Ice bucket… le secchiate fredde continuano.

Ieri è stata una giornata davvero densa e intensa per me.

La mattina sono stato al matrimonio della sorella della mia prima migliore amica, una delle spose più belle che abbia mai visto… ho pianto tanto nel vederla così bella e anche nell’avere dentro la sensazione di essermi commosso di più per il suo matrimonio che non per quello della sorella (che è stata la mia migliore amica fino ai 20 anni).

…ma va bene. tutto finisce!

A pranzo ho avuto l’ennesima discussione con mio fratello maggiore e mia madre. io ho sfoderato la mia interpretazione migliore, ricca di pathos e di aneddoti del passato che ancora mi bruciano dentro, cose da vincere il golden globe… e dopo aver gettato la solita vagonata di merda su Carlo, proprio lui mi risponde dicendomi una cosa che mi fa pensare “cazzo ha ragione lui!”.

Ho avuto quello che cercavo, la chiave per risolvere un problema che mi portavo appresso da tanto tempo, ironico che a darmela è stata proprio la persona su cui riversavo il mio rancore e le mie accuse.

La vita è sempre una sorpresa!

Nel pomeriggio incontro uno di quei padri di famiglia a cui piace anche il cazzo e gli faccio domande, gli chiedo come ci si sente, come si fa a portare avanti le due vite parallele, com’era prima delle app, cosa ne pensa dei suoi “colleghi” che socialmente additano e insultano gli omosessuali e poi di nascosto ne chiedono i servizi… insomma, un’intervista vera e propria.

Lui è una di quelle persone che ha lo sguardo pieno di dolcezza e dolore, uno che con me ha sempre fatto sesso in modo affettuoso, senza voler bestemmie, sputi, schiaffi e tutte quelle altre quelle cose lì…  ha due figli piccoli e la moglie gli domanda cosa risponderebbe davanti ad un ipotetico coming out da parte della prole, lui mi dice in tono scherzoso che magari un giorno glielo dirà alla moglie di essere bisessuale, ma dal suo sguardo ho capito che non ci credeva molto..

Dopo una lunga digressione sul fatto che tutti gli uomini sposati che conosce tradiscono la moglie, perchè dopo i primi tempi di passione il sesso nella coppia diventa una fiammella un po’ più debole rispetto al fuoco dell’innamoramento iniziale, gli chiedo se in queste confidenze fra amici qualcuno gli avesse rivelato di essere attratto anche dai maschi, risposta: no.

Mi dice che ha più rispetto per me che per se stesso, perchè io sono dichiarato e lui vive nascondendo una parte di sè.

Dopo questa chiacchierata con birra e sigaretta vado a trovare un altro ragazzo che ho conosciuto due giorni fa e ci siamo stati subito simpatici, io gli racconto dei miei piccoli segreti scabrosi (l’hiv, la droga, il porno…) e lui mi risponde mostrandomi la sua carta d’identità, il documento di una sentenza giudiziaria e una pagina di giornale.

Aveva un po’ di scheletri nell’armadio anche lui…

In quel momento mi sono sentito come se stessi in una scena scritta da un’autore.

A proposito…l’altra sera dopo una sessione di giochi alla x-box e due puntate di The Real O’Neals io e un mio amico abbiamo cominciato a scrivere l’episodio pilota di una serie!

Chiusa la parentesi.

Torno a casa per cena dopo questi due incontri pomeridiani e ripenso al fatto di aver bellamente ignorato l’invito della sposa per il taglio della torta… avevo capito che andare a presenziare solo perchè ero stato invitato in una circostanza per cui invitarmi sembrava carino ed educato non mi andava.

Il vestito della sposa l’avevo visto e le mie considerazioni sul mio rapporto con quella famiglia le avevo già fatte in chiesa durante la messa… chiuso.

La cena con mamma è tranquilla e veloce, parliamo un po’ dopo lo scontro del pranzo, ci chiariamo un po’ e facciamo tornare la quiete.

Mi metto in camera pensando che mi sarei messo a continuare La morte a Venezia, invece sento Lee, il mio amico americano della caserma e mi dice che deve raccontarmi una cosa troppo divertente.

Videochiamata.

“Sai Sandro che ho mostrato il tuo curriculum al mio capo? ecco… ieri mi chiama tutto agitato perchè deve parlarmi urgentemente, si fionda a casa mia e tenendo in mano il tuo CV mi mostra un video porno dove ci sei tu chiedendomi se sei realmente tu. La cosa bizzarra è che solitamente lui è un tipo schivo e riservato, non è in confidenza con nessuno dell’ufficio e il fatto che si fosse catapultato da me per mostrarmi questa cosa mi ha confermato, dopo tanti anni che sospettavo, la sua omosessualità. Io gli dico che quello nel video sei tu, ma gli domando come mai lui sia a conoscenza della Lucas Entertainment, essendo una casa di produzione porno gay. Il mio capo cerca in modo imbarazzato di dire qualcosa ma non ci riesce, suda e dopo un po’ che ci pensa mi dice che gli ho chiesto di aiutare a trovar lavoro ad uno che succhia cazzi, tu in questo caso! Io allora gli dico che la nostra politica è quella di non discriminare nessuno per la propria sessualita e soprattutto noi non possiamo discriminare qualcuno perchè ha un talento e la tua sessualità, Sandro, è un talento! Quindi nei prossimi giorni ti farò sapere, però grazie a questa cosa oggi in ufficio lui sembrava un’altra persona, mi sono divertito tantissimo… grazie boo, sei matto!”

Insomma… non so se inserire nel mio curriculum la mia esperienza nel porno sia stata una buona idea, ma adesso sto cercando di organizzare questa cena in cui conoscerò il capo di Lee e spero di riuscire a convincerlo a darmi un lavoretto in caserma.

Lee poi mi dice che ha voglia di ballare e lo porto a Padova che c’è il Beardoc.

Bella serata, un sacco di amici da salutare, tante palpate al culo e poi, mentre sono vicino al dj che ballo un pezzo che mi piace.. arriva Lee e mi mostra il telefono.

L’attentato a Londra…

Gavettone gelato.

Ora mi fermo perchè il resto conta poco.

 

C’è tensione, c’è ribollio, c’è paura e c’è speranza.

 

Oggi ripenso a ieri e sembrano due giorni così lontani l’uno dall’altro…

– What a difference a day makes… twentyfour little hours –

 

 

 

Annunci

2 thoughts on “Ice bucket… le secchiate fredde continuano.”

  1. Quanta carne sul fuoco in un solo articolo.
    Conosco diverse coppie con doppia vita ma che ci tengono a mostrare quell’apparente “normalità “, perché si sa che la famiglia (intesa come comunione di due esseri) rappresenta un porto sicuro dove approdare in caso di tempesta, accettando quindi di vivere di compromessi.
    Intanto loro si sono ipotecati il futuro perché in fin dei conti giovinezza e bellezza svaniscono, e poi, se proprio non dovesse andare bene, esistono pur sempre le separazioni.
    Per quanto riguarda il tuo c.v. hai fatto bene perché tanto le aziende la prima scrematura la fanno consultando il web e sbirciando i social: tanto vale essere chiari fin da subito.
    Un abbraccio
    Andrea
    PS Ho appena ascoltato un concerto di canti gregoriani che ti riequilibrano lo spirito

    Liked by 1 persona

  2. Proprio a causa di questi fatti tragici di morte come gli attentati ( purtroppo) la VITA comincia ad urlare e con essa la speranza rivendica il diritto di esistere. Impariamo dalla morte ad amare la vita, a sbagliare e a migliorare, a goderne i piaceri più intensi e ad apprezzare il silenzio. L umanità deve andare avanti…

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...