…non si scorda mai.

Leonardo.

Professore di biologia (non mio).

2001.

Io avevo 17 anni ed ero in quarta superiore, lui ne aveva 28 ed entrava in aula di storia dell’arte per farci supplenza.

Alto, muscoloso, bello, ben vestito… ci aveva fatto vedere Billy Elliot.

Alla fine dell’ora, non ricordo perchè, vado a chiedergli qualcosa sulla colonna sonora del film… e non oso immaginare di che colore fossi in faccia.

Da quel momento ho cominciato a pensare a lui, a cercarlo nei corridoi, finchè una professoressa amica mi disse che se volevo poteva intercedere…

Gli scrissi una lettera ipercriptica con un disegno che rappresentava una ragazza in stile manga giapponese con il sesso e i capezzoli coperti, di lato la scritta “sexually disoriented”. non so se si aspettasse una ragazza, ma si trovò me (che all’epoca avevo i capelli più lunghi e le sopracciglia più sottili) e abbiamo cominciato a frequentarci.

Più che una frequentazione sembrava “Ultimo tango a Parigi”…

Il rituale si ripeteva pressochè identico quasi tutti i weekend. a casa sua. sesso, musica, sesso, cibo, musica… film.

Nessuno doveva sapere. lui rischiava grosso.

Io non sapevo che lui fosse in realtà fidanzato con quello che a detta sua doveva essere il suo coinquilino, che non ho mai avuto il piacere di conoscere.

Il suo film preferito era “Natural born Killers – Assassini Nati” e il gruppo preferito erano i “Boards of Canada” che mi faceva ascoltare in spiaggia mentre mangiavamo biscotti di marijuana e aspettavamo il tramonto (ah si.. dimenticavo.. nel frattempo la scuola era finita!) …se non fosse per lui non avrei nemmeno iniziato a fumare sigarette.

Dopo 6 mesi in cui io pensavo di avere una storia d’amore, mentre invece ero solo l’ennesimo inconsapevole part-time toy-boy, decide di chiudere.. ma continuiamo a scopare (e a drogarci) per i 5 anni successivi.

In questi 5 anni ho potuto osservare il suo modus operandi con i ragazzi che ha fatto innamorare dopo di me. me ne parlava come se non pensasse che potesse farmi male…

Nel frattempo mi chiedeva di disegnargli tatuaggi da farsi sul corpo.. immagino li abbia tutt’ora sulla pelle. erano anche riusciti bene…

Un giorno mi porta in un parco di Padova e mi offre dei funghi allucinogeni convinto di passare un bel pomeriggio.. io ho una delle esperienze peggiori della mia vita e sentendomi morire gli confesso la mia recente sieroconversione.

Da quel momento non ha più voluto vedermi ne sentirmi…

Ed è divertente che nei primi mesi di frequentazione mi parlava spesso di questi premi nobel che scrivevano libri sul fatto che l’hiv non esistesse.. mentre mi abituava a farmi venire in culo senza preoccuparmi di nulla… mah! valli a capire i puttanieri…

Sta di fatto che dopo anni di incapacità nel dimenticarlo, mi ripresento a casa sua e da lì riprendiamo un rapporto amichevole. lui era in piena crisi dei 40 anni e dopo essere stato scaricato dall’unico ragazzo con cui voleva fidanzarsi seriamente, gli andavo bene anche io per non stare solo.

Gli raccontavo dei porno e lui mi diceva che la mia vita era un clichet…

Qualche anno fa si è sposato con una donna. ha deciso che i gay non fan per lui.

Io quest’anno ho fatto un collage di foto da appendermi in camera: gli amici e gli amori importanti del mio passato. lui è la foto più grande del quadro.

Ci sta pure bene quella foto.

SHIT HAPPENS…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...