50 shades of Sandro

No, non faccio BDSM.. le pratiche master/slave non mi attraggono minimamente!

Però ho anche io le mie perversioni… e riflettendoci bene se dovessi scegliere un fetish, una mania, una cosa che più delle altre ricerco: è stare davanti una macchina fotografica.

Mio padre ci fotografava tantissimo ed era molto bravo. quando ho cominciato a studiare fotografia alle superiori mi sono impadronito della sua Lomo sovietica e ho consumato rullini senza pietà. la camera oscura era il mio regno!

E mentre sviluppavo la mia estetica di fotografo i miei compagni di scuola mi fotografavano… vedermi su carta fotografica mi è sempre piaciuto tantissimo.

Per lo più davanti l’obiettivo facevo il pirla! Tutti a scuola sapevano che se c’era uno che non aveva paura di sperimentare quello ero io.

Finite le superiori ognuno ha preso la sua strada, ma c’è sempre stata nel tempo per me l’occasione di posare per servizi fotografici di qualsiasi tipo. quanto amo farmi fotografare…

Chiamalo se vuoi egocentrismo.

Sta di fatto che ultimamente collaboro con due grandi amici e grandissimi professionisti, facendo l’indossatore per alcuni brand di abbigliamento emergenti in cui questi lavorano. Inoltre ho anche avuto molte belle occasioni per partecipare a videoclip musicali importanti (Nek, Paola Turci, J Ax e Fedez).

Mi sento sempre un po’ di lavorare all’italiana (perchè sei mio amico allora ti faccio lavorare), ma loro dicono che non lo fanno per convenienza, ma che sono effettivamente bravo, che in foto/video rendo, che gli abiti mi stanno bene e che sono espressivo.

(Sì.. sto tralasciando tutto il discorso pornografia, ma alla fine che sia nudo o vestito stare davanti un obiettivo è sempre la stessa cosa: interpreti un mood, un’emozione, racconti una storia).

Non so quanto durerà, ma per me che non ho mai fatto il grande salto di spostarmi in una grande città e cercarmi un’agenzia avere queste piccole grandi soddisfazioni colma la mie insicurezze paranoiche e mi fa riflettere.

Magari non sarei mai diventato comunque un supermodel di quelli “Top”, magari se mi fossi trasferito a Milano sarei finito a vendere pentole su Telemarket..

Questi sono i pensieri che mi faccio sempre, perchè con i miei vari tentativi di reinventarmi ho sempre il dubbio di essere rimasto indietro rispetto ai miei amici/colleghi che nel tempo sono sempre andati avanti per il loro binario e fatto carriera in un settore ben preciso, mentre io saltellando da una situazione all’altra mi sento un perenne beginner. però ahimè il mio istinto mi porta a comportarmi così…

Chi vivrà vedrà!

Grazie per aver letto i miei pensieri…

A presto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...